Questo sito utilizza dei cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

27 maggio. Debutta "L’uno è l’altro"

Il 27 maggio alle 20.30 al Teatro Sociale di Brescia va in scena il debutto di L’uno è l’altro, lo spettacolo del Laboratorio di teatro integrato e aperto di Somebody Teatro delle diversità.
L’uno e l’altro, liberamente ispirato a Esercizi di stile di Raymond Queneau, è uno spettacolo sull'emarginazione, racconta quanto spesso, nel tentativo di descrivere o, ancor peggio, catalogare casi umani, li si isola ancora di più.
La messa in scena e il debutto sono il risultato del lavoro che a partire dallo scorso autunno ha impegnato il gruppo del Laboratorio di teatro integrato e aperto, guidato da Beatrice Faedi con Somebody Teatro delle diversità.
La performance è inserita nel progetto #EXTRAORDINARIO del Comune di Brescia (Assessorato alla Famiglia e alla Persona con Assessorato alla Cultura) e coordinato dal Centro Teatrale Bresciano, un collettivo delle realtà che operano nella nostra città in ambito sociale con progetti di educazione, inclusione, creazione e coesione.
Beatrice Faedi, con il suo Somebody-Teatro delle diversità, è stata una delle animatrici dell’iniziativa:
«Il sociale ha bisogno della cultura e la cultura ha bisogno del sociale. Con l'assessore Scalvini siamo partiti da questa semplice riflessione per proporre la nascita di Extraordinario. La risposta é stata entusiasmante e abbiamo individuato nel Ctb il ruolo di regia».
Perché il teatro?
«Il teatro – risponde Beatrice Faedi - amplifica le voci e può far arrivare alla città anche la voce di chi non riesce mai a farsi sentire. Per tutti noi che abbiamo scelto di fare del teatro una sede della pari dignità, è una grande soddisfazione proporre il cartellone di una stagione ricchissima e, insieme, una piattaforma di riferimento per un lavoro che vogliamo far proseguire»

La locandina

Foto gallery: le prove dello spettacolo

(foto Somebody Teatro)

la clip sul debutto a cura di Lia Ciocca per Somebody Teatro

 

 

Somebody Teatro delle diversità